Oli essenziali puri

Oli essenziali puri

Oli essenziali puri 100%

Come vanno usati gli oli essenziali per via esterna?

Massaggio: versare in una tazza 2 gocce di olio essenziale e 2 cucchiai di olio base. Gli oli base devono essere oli prodotti per spremitura a freddo e non raffinati.

Solitamente si usa olio di jojoba con l'aggiunta di circa il 20% di olio di germe di grano: per tutti i tipi di pelle

In alcune situazioni particolari si può usare olio di iperico per le forme reumatiche e olio di cocco per le pelli secche

Diffusione: in genere si utilizzano recipienti in ceramica o porcellana che vengono riscaldati da una candela, sono necessarie 5-10 gocce di olio essenziale, in relazione al volume dell'ambiente e alle caratteristiche specifiche del singolo olio essenziale

Inalazione: si versano alcune gocce di olio essenziale in un recipiente di acqua bollente. Si inala profondamente per 5 minuti il vapore, ad occhi chiusi, tenendo un asciugamano in testa.  da 1 a 5 gocce, in base al itpo di olio essenziale

Applicazione diretta: in generale gli oli essenziali non vanno applicati direttamente sulla pelle per la loro attività potenzialmente irritante. In alcune condizioni tuttavia può essere utile l'uso diretto dell'o.e., come nel caso di bruciature e punture di insetto trattate con l'applicazione di alcune gocce di lavanda o l'uso diretto di limone nelle verruche.

Bagno: è necessario rendere solubili gli oli essenziali con emulsionanti naturali. Dopo aver riampito la vasca, si versano 10 gocce di o.e. in 3 cucchiai di panna, latte o miele, si mescola e si aggiunge la miscela nella vasca.

Doccia: versare 2-3 gocce di o.e. su una spugna e frizionare rapidamente sul corpo, sciacquare con cura dopo l'applicazione.

Pediluvio: si versano  3-4 gocce di o.e. in una bacinella d'acqua calda, si immergono i piedi per 10 minuti. Nei casi di stanchezza e affaticamento per esempio risulta particolarmente benefico l'uso di menta piperita o lavanda per il senso di indolenzimento diffuso ai piedi.